Vai alla home page Vai alla home page
giovedì 28 luglio 2016
motore di ricerca
leggibilità Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica

Comune di Savigliano

Corso Roma, 36

12038 Savigliano (CN)

tel. 0172 710111

fax 0172 710322

email certificata
comune.savigliano@
legalmail.it

email info@
comune.savigliano.
cn.it

C.F. e P.IVA

00215880048

Uffici informazioni turistiche

tel. 0172 710247

tel. 0172 370736

Comune
Servizi online
Cultura e Turismo
Informazioni utili

Savigliano città del Pendolino

Ente Manifestazioni Savigliano
HOME » Cultura e Turismo | Principali monumenti | Palazzo Taffini d'Acceglio

PALAZZO TAFFINI D'ACCEGLIO

 

 



 

Taffinia

 

La residenza dei marchesi Taffini d'Acceglio, grande famiglia di militari al servizio di Casa Savoia, è il più importante tra i palazzi di Savigliano.
Si ritiene l'edificio costruito negli anni intorno al 1620 su lotti acquisiti dai Taffini a partire dal 1603 e lasciato in eredità alla morte del colonnello Camillo Taffini (1629) al primogenito Giusto Aurelio.

 

L'opera è tradizionalmente attribuita all'architetto ingegnere militare Ercole Negri di Sanfront (1622). Al severo prospetto su via S. Andrea si contrappongono i due elegantissimi fronti interni che si affacciano sul cortile: essi formano un porticato sovrastato da due ariose gallerie sorrette da colonne binate d'ordine dorico, in pietra arenaria dal colore solare. Il tutto è improntato ad una sobria grandiosità.

Taffinic

 

Salendo lo scalone d'onore si raggiunge il salone affrescato, nella prima metà del Seicento, ove spiccano sei fatti d'arme (battaglie di Secessione del Monferrato) combattuti dal 1617 al 1636 da Vittorio Amedeo I, marito di Cristina di Francia, morto nel 1637. L'opera, grandioso omaggio al duca, sarebbe attribuibile alla cerchia di Giovanni Antonio Molineri (1577-1631), in particolare al fiammingo Jean Claret e a Giovenale Boetto.

 

Taffinib

 

Il salone, da che fu ultimato, ospitò solenni cerimonie, accogliendo Duchi, Principi e Re. Contigue al salone si trovano tre pregevoli sale settecentesche di gusto rococò squisitamente decorate (circa 1760-1771) le cui volte ribassate a stucchi celano una serie di affreschi di scuola molineriana e preziosi soffitti cassettonati rinvenuti nel 1978.
Dal 1726 al 1731 il palazzo fu abitato dalla principessa Isabella di Savoia Carignano.
Dal 1898 fino a metà degli anni Settanta del secolo scorso vi ebbe sede l'Istituto delle Rosine.

L'edificio è ora di proprietà della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano.

 

torna alla pagina precedente
Eventi e manifestazioni
<< luglio 2016 >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
             
Bicincittà

Dati sul recupero dei rifiuti

Il Portale degli Italiani: la P.A. a portata di click!

Calcolo IUC

Bussola della Trasparenza Report

Servizio Ferroviario Metropolitano

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2008 ::
Note legali | Privacy | Posta elettronica certificata | Elenco siti tematici
Per contattare l'amministratore del sito clicca qui.