Vai alla home page Vai alla home page
martedì 21 novembre 2017
motore di ricerca
leggibilità Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica

Comune di Savigliano

Corso Roma, 36

12038 Savigliano (CN)

tel. 0172 710111

fax 0172 710322

email certificata
comune.savigliano@
legalmail.it

email info@
comune.savigliano.
cn.it

C.F. e P.IVA

00215880048

Uffici informazioni turistiche

tel. 0172 710247

tel. 0172 370736


Savigliano città del Pendolino

Ente Manifestazioni Savigliano
HOME » Cultura e Turismo | Principali monumenti | Confraternita dell'Assunta

CONFRATERNITA DELL'ASSUNTA

 

 



 

ConfraternitaAssunta

 

L'Arciconfraternita dell'Assunta ebbe origine nel 1445 e si stabilì presso l'attuale sede nel 1482.
La nascita di confraternite, formate da laici e dotate di statuti interni, era tra i più diffusi fenomeni legati alla religiosità popolare.
La Confraternita pose immediatamente sulla facciata a nord del primitivo oratorio un'antica immagine medievale della Madonna col Bambino ritenuta, a partire dal 1483, dispensatrice di grazie e prodigi.
L'immagine fu venerata in quel luogo sino al 1715, quando fu trasferita nella Cappella interna, mentre erano ormai avviati i lavori di ricostruzione dell'attuale chiesa.

Il nuovo impianto prese avvio da un progetto del 1708 dell'architetto Giovanni Giacomo Plantery (1680-1756), che ideò l'aula della chiesa a pareti curve come ad imitazione delle mani unite in preghiera. L'edificio fu realizzato contemporaneamente alla chiesa della Pietà, opera del medesimo architetto. Le due confraternite gareggiarono per realizzare la sede di maggior prestigio.

Dal 1714 al 1717 gli interni furono dipinti da Giovanni Battista Pozzo e dal figlio Pietro Antonio, contemporaneamente all'opera dei Fratelli Beltramelli che vi realizzarono gli stucchi.

Nel 1717 l'architetto Francesco Gallo collaudò l'opera e progettò coro e sacrestia.
L'altare maggiore fu realizzato nel 1798 con i marmi donati da Carlo Emanuele IV, su progetto di Michelangelo Vay, e ospita il gruppo statuario dell'Assunta opera di Giovanni Battista Bernero. L'insieme fu dotato nel 1809 di un meccanismo per poter essere alzato ed abbassato durante le sacre funzioni.
Dell'apparato decorativo ligneo, realizzato dallo scultore Carlo Giuseppe Plura, è ancora presente nell'oratorio il Cristo della Colonna.
La facciata attuale risale al 1780 ed è opera di Bartolomeo Maffei da Graglia, in collaborazione con Giuseppe Chiantore, autore dell'affresco.
Il campanile, progettato da Maurizio Eula nel 1850, fu costruito intorno al 1869.

 

torna alla pagina precedente

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2008 ::
Note legali | Privacy | Posta elettronica certificata | Elenco siti tematici
Per contattare l'amministratore del sito clicca qui.