Vai alla home page Vai alla home page
sabato 25 novembre 2017
motore di ricerca
leggibilità Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica

Comune di Savigliano

Corso Roma, 36

12038 Savigliano (CN)

tel. 0172 710111

fax 0172 710322

email certificata
comune.savigliano@
legalmail.it

email info@
comune.savigliano.
cn.it

C.F. e P.IVA

00215880048

Uffici informazioni turistiche

tel. 0172 710247

tel. 0172 370736

Comune
Servizi online
Cultura e Turismo
Informazioni utili

Savigliano città del Pendolino

Ente Manifestazioni Savigliano
HOME » Cultura e Turismo | Principali monumenti | Confraternita della Pieta'

CONFRATERNITA DELLA PIETA'

 

 



 

 

La chiesa della Pietà, sede dell'omonima Confraternita, è opera dell'architetto torinese Giovanni Giacomo Plantery (1680-1756), che la progettò pressoché contemporaneamente alla chiesa dell'Assunta nel 1708, in sostituzione di una precedente chiesetta dedicata a Sant'Antonio Abate.

L'edificio si erge, con gran effetto di sorpresa, nel tessuto urbano cittadino e si affaccia su Piazza Cesare Battisti, ottenuta nel 1838 a seguito della demolizione del degradato isolato detto "Champeaux".


La facciata, del tipo "ad altare", propria del Settecento piemontese, è caratterizzata da un disegno d'accentuata verticalità. Essa è formata da due piani ciascuno con quattro colonne, ed è sormontata da un timpano curvo. La decorazione ad affresco sul tema del Trionfo della Croce fu realizzata nel 1880 da Luigi Molineris di Costigliole Saluzzo.
Il campanile, che nelle sue forme attuali fu realizzato tra il 1822 e il 1825, è intimamente legato alla facciata.

 

All'interno, l'unione tra architettura e decorazione crea mirabili effetti illusionistici.
Numerosi gli artisti che parteciparono, oltre al Plantery, all'ottenimento di tali risultati: Pietro Dallamano dipinse l'abside, aiutato da figlio e (dal 1723) da Francesco Casoli, Michele Antonio Millocco la cupola, Francesco Bianco gli evangelisti; Giuseppe Beltramelli eseguì gli stucchi nel 1722.
Di grande rilevanza è la tela raffigurante la Deposizione del Cristo di Jean Claret (1650) collocata dietro l'altare maggiore. Altra opera di grande pregio è la statua del Cristo Risorto, realizzata nel 1725 da Carlo Giuseppe Plura, che dal 1726 ogni anno viene innalzata durante la celebrazione della Messa solenne di Pasqua con l'ausilio di un congegno meccanico e portata in processione con grande solennità per le vie cittadine, insieme alle statue lignee di Sant'Elena e dell'Angelo.

 

 

torna alla pagina precedente
Eventi e manifestazioni
<< dicembre 2017 >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
             
Bicincittà

Dati sul recupero dei rifiuti

Il Portale degli Italiani: la P.A. a portata di click!

Calcolo IUC

Bussola della Trasparenza Report

Servizio Ferroviario Metropolitano

Servizio Ferroviario Metropolitano

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2008 ::
Note legali | Privacy | Posta elettronica certificata | Elenco siti tematici
Per contattare l'amministratore del sito clicca qui.